VALENTINO TAMPONI



La Sardegna e l'Isola della Maddalena sono luoghi di assoluta

bellezza dove è possibile contemplare la vivacità dei colori e la

luminosità dei paesaggi, assuefarsi agli odori intensi della

macchia mediterranea, gustare i sapori della terra e

apprezzarne la cultura millenaria di pastorizia e civiltà,

ammirare le forme delle rocce di granito modellate e levigate

come sculture dalla forza erosiva del vento, unico padrone

dell'Isola. Credo che tutto ciò abbia una stretta connessione col

fare Musica e in generale con l'occuparsi di Arte in quanto la

bellezza è oggetto dell'Arte e della Musica in quanto Arte. Per

questo mi sento fortunato ad essere nato e cresciuto in questa

terra e tra l'altro ritengo che un giudizio estetico sia formato principalmente dal luogo di appartenenza e in seguito da fattori esterni, educazione, esperienze, studi e ascolti. Ho avuto modo di conoscere la Musica in tenera età, mia madre pianista dilettante mi impartì le prime lezioni e mi fece ascoltare i grandi compositori classici e mio padre amante del Jazz, mi fece conoscere i grandi musicisti afroamericani, cosicchè il mio approccio alla musica è stato governato da subito da un forte dualismo senza che una componente prevalesse sull'altra e inoltre non ho mai avuto preclusioni verso altri generi musicali. All'età di dieci anni ricevuto in dono la mia prima chitarra mi sono dedicato da subito e in maniera totale al nuovo strumento, in seguito ho frequentato il Conservatorio di Cagliari e ho cominciato a tenere i primi concerti da solo eseguendo brani classici e in gruppo, spesso presentando mie composizioni a cavallo tra Classico, Jazz, Contemporanea e Musica di derivazione popolare. La commistione di generi è l'aspetto che più mi affascina della Musica, l'incontro fra culture apparentemente distanti ma complementari, interscambiabili e a volte miracolosamente simili.

Dal 2001 vivo a Milano dove ho frequentato la "Scuola Civica Jazz" diretta da Enrico Intra, Franco Cerri e Maurizio Franco. Ho suonato in alcune occasioni al "Break in Jazz" e alla rassegna "Orchestra senza confini" al teatro "Piccolo" di Milano. Nel 2003 ho fondato il mio primo progetto stabile con Emiliano Vernizzi ai sax, Paolo Dassi al contrabbasso e Carlo Garofalo alla batteria e dopo alcuni mesi di prove ho registrato a inizio 2004 il lavoro "Taphros", nome greco delle Bocche di Bonifacio. Si tratta una lunga Suite in undici parti, tutte di mio pugno, dedicata al Canale tra la Sardegna e la Corsica. Il disco ha avuto purtroppo una piccolissima produzione e a bassi costi ed è uscito per la casa editrice sarda "Taphros" ma ha avuto una felice recensione da parte di Paolo Fresu che ha scritto le note di copertina, al quale vanno grandissimi riconoscimenti (il primo concerto che ho visto è stato proprio un concerto di Paolo quando avevo nove anni). Per presentare il disco abbiamo tenuto diversi concerti in Sardegna, in alcune rassegne come il "Terre Verdiane Jazz Festival" di Busseto e "...Jazz" organizzata dalla "Scuola Ritmika di Musica" di Parma, e in alcuni club del milanese.

Dal 2006 sono direttore artistico del "Taphros Jazz Festival" dedicato alla Musica Jazz Contemporanea che si tiene a La Maddalena e che ha ospitato nelle varie edizioni musicisti di fama internazionale come Michel Portal, Louis Sclavis, Anouar Brahem, Enrico Rava, Andy Sheppard, Gianluigi Trovesi, Franco D'Andrea, Stefano Bollani, Paolo Fresu, Franco Cerri, Antonello Salis, Furio Di Castri, Gianluca Petrella, Stefano Battaglia, Rita Marcotulli, Paolino Dalla Porta, Francesco Bearzatti,Gabriele Mirabassi, Bebo Ferra, Javier Girotto, Roberto Dani, Paolo Angeli, Giovanni Tommaso, Salvatore Maiore, Giovanni Falzone e tanti altri.

CHITARRA CLASSICA

ISTITUTO STUDIO MUSICA

ISM school of music and arts

02 21591130

info@ismmilano.it

ISM school of music and arts

Via Ludovico D’Aragona, 10

20132 MILANO

MM2 Udine

tel: 02 21591130

info@ismmilano.it

CORSI

Home     Corsi     Docenti     Foto     Video     Links     Contatti